Questo sito utilizza i cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione, attraverso la raccolta delle informazioni sull'uso del sito da parte dei visitatori. Cliccando sul pulsante ACCETTO o su qualunque elemento della pagina, acconsenti al loro impiego in conformità a BANCA ADRIA Credito Cooperativo del Delta società cooperativa - Cookie Policy ACCETTO

BANCADRIA: CONCLUSE LE ASSEMBLEE SUL TERRITORIO

Fusione: un business di persone per le persone

Concluso il ciclo di incontri l’altra sera ad Adria dopo aver fatto tappa a Rovigo, Tolle e Taglio di Po. Incontri voluti dal CdA per illustrare preventivamente gli importanti punti all’ordine del giorno della prossima assemblea ordinaria e straordinaria dei soci convocata per domenica 25 novembre prossimo. I due punti sono: progetto di fusione con la Bcc dei Colli Euganei e costituzione nuovo gruppo bancario “Cassa Centrale Banca”. Presenti il Presidente Giovanni Vianello ed il Direttore Generale Antonio Biasioli in qualità di relatori oltre a componenti il CdA e ai soci che hanno partecipato con interesse e sempre numerosi. Vianello ha esordito con un “finalmente!” avverbio che la dice lunga sulla trafila burocratica seguita prima di dar corso alla fusione fatta di visita ispettiva e di prolungata attesa dell’autorizzazione a proseguire con il progetto giunta il 15 ottobre scorso! La nuova Banca potrà avviare la sua attività regolarmente dal 1 gennaio 2019. “Ora dipende tutto da noi e solo da noi,” ha sottolineato il Presidente, “dalla nostra volontà, dalla nostra convinzione, dalla nostra determinazione e con l’Assemblea del 25 prossimo si darà il via a tutta l’operazione”.  “Trattasi di una fusione tra due Banche di Credito Cooperativo,” ha sottolineato il Direttore Biasioli”, molto radicate nei loro territori e soprattutto sane ed in salute”. Cambierà anche il nome della Banca che sarà: “Bancadria – Colli Euganei – Credito Cooperativo” La nuova Bancadria conterà su 6000 soci, 32 filiali, 215 dipendenti, gestirà una massa pari a 2,3 miliardi di euro con 125 milioni di patrimonio e si svilupperà su 4 provincie e 97 comuni. Il Presidente Vianello ha aggiunto: “Abbiamo privilegiato la componente geografica del nome, salvaguardando però anche la quella territoriale e culturale di origine  delle due Bcc.  I nostri soci apprezzeranno  questa attenzione alle nostre radici”. Sui dati di riferimento più importanti il Direttore Generale ha spiegato come “l’indice di solidità della Banca cioè il CET 1 sia più che eccellente e cioè pari al 16.8%”. Il Presidente Vianello ha puntualizzato come la fusione porterà “alla realizzazione di una struttura aziendale organica, unitaria ed efficiente che possa svolgere la propria attività mirando a realizzare  il miglior servizio ai soci ed ai clienti e che darà l’opportunità di incrementare le quote di mercato  potenziando alcune funzioni con attenzione particolare ai servizi commerciali e al supporto ai processi produttivi”. La Banca non avrà esuberi e questo vedrà la conferma di tutto il personale dipendente. Una notizia che di questi tempi fa piacere a tutti poter leggere! Circa il secondo punto che sarà a tema nell’Assemblea del 25 prossimo il nuovo gruppo bancario “Cassa Centrale Banca” vede l’adesione delle singole BCC (oggi sono 89) a mezzo un contratto di coesione che le “riunisce e le unisce” tra di loro in funzione della Capogruppo che le sovraintende. Trattasi di un gruppo solido con un Cet 1 pari al 18,2% e con un utile netto di 71 milioni di euro. Vianello in conclusione ha precisato quanto segue: “Il contratto di coesione disciplinerà il funzionamento del Gruppo e le Bcc rimarranno autonome dal punto di vista gestionale in funzione del livello di rischiosità”. L’appuntamento per tutti i soci è per domenica 25 novembre presso il Teatro Comunale di Adria ore 9: una data storica a cui nessuno dovrà mancare. Per concludere si tratterà di “un business di persone per le persone”!

BANCADRIA CONCLUDE VENERDI’ AD ADRIA GLI INCONTRI CON I SOCI

Si concluderà venerdì 9 ore 20.45 presso Sala Caponnetto di Adria il ciclo di incontri voluto dal Consiglio di Amministrazione preparatorio all’Assemblea dei Soci di Domenica 25 novembre.
Anche questo incontro si focalizzerà su due argomenti quali: progetto di fusione tra Bancadria e Banca dei Colli Euganei e la costituzione del nuovo Gruppo Bancario “Cassa Centrale Banca”.
L’illustrazione sarà curata dal Presidente della Banca Giovanni Vianello e dal Direttore Generale Antonio Biasioli.
La riunione pre assembleare copre l’area del territorio di Adria. In precedenza sono state fatte riunioni a Rovigo, Tolle e Taglio di Po a copertura di tutto il territorio di competenza della Banca.

BANCADRIA: INTERVENTO IMMEDIATO PER I DANNI NEL DELTA

Si stanno ancora stimando i danni nell’estremo Delta flagellato dal maltempo tra domenica e martedì scorsi. Il Consiglio di Amministrazione di Bancadria-Credito Cooperativo del Delta si è attivato immediatamente stanziando un plafond di 2 milioni di euro destinato agli operatori danneggiati nel settore della pesca e del turismo: attrezzature e capanni distrutti ed altri fortemente danneggiati dalla mareggiata. Il finanziamento è destinato a soci e clienti di Bancadria. “La risposta della Banca è di convinto sostegno al territorio”, dichiara il Presidente Giovanni Vianello, ”stabilendo nell’immediato un pronto intervento economico in soccorso alle attività ed alle produzioni fortemente danneggiate”. E così conclude: “Sostenere le comunità locali fa parte della nostra mission e del nostro operato quotidiano e la Banca vuole attuare da subito azioni concrete”
Per ogni informazione riguardante l’utilizzo del plafond di 2 milioni di euro rivolgersi presso la sede generale di Adria e presso le filiali di Bancadria presenti nel territorio.

BANCADRIA SULLA FUSIONE INCONTRA I SOCI DEL DELTA A TOLLE

Sarà lunedì, domani 5 novembre, il secondo incontro con i Soci dell’area del Delta, presso la sala riunioni dell’Hotel Bussana di Tolle (Porto Tolle), alla presenza dei vertici della Banca, dal Presidente Giovanni Vianello al Direttore Generale Antonio Biasioli. Inizio alle ore 18.

L’incontro si focalizzerà su due argomenti: progetto di fusione tra Bancadria e Banca dei Colli Euganei e costituzione nuovo Gruppo Bancario.

Gli incontri proseguiranno martedì 6 novembre presso la Sala Europa di Taglio di Po con inizio alle ore 20.45 con i medesimi punti in discussione e si concluderanno ad Adria Venerdì 9 novembre ore 20.45 presso sala Capponnetto.

Quanto predisposto dal CdA della Banca è in preparazione alla prossima Assemblea dei Soci che si svolgerà domenica 25 novembre.

BANCADRIA: A LOREO GENEROSITA’ A TEATRO

Grazie all’impegno di “Opera Entertrainement” di Rovigo, alla collaborazione di “Adige Soccorso” ed alla sponsorizzazione di Bancadria-Credito Cooperativo del Delta, si è svolta, presso il Teatro parrocchiale di Loreo, una partecipata e gradita commedia, La Locandiera, in 2 atti di Carlo Goldoni (adattamento di Giuliano Scaranello).

Un’iniziativa di beneficenza dove la generosità dei convenuti è stata interamente donata alla parrocchia.

L’Associazione “Opera Entertrainement”, sotto la regia di Giuliano Scaranello e Sami Karbik, ha ottenuto un lusinghiero successo. Presenti per il Comune il Consigliere Tiziano Camisotti e per la Banca il Vice Presidente Emilio Trevisan (nella foto). Tra i presenti l’organizzatore dell’evento Stefano Marangoni. Più di 200 le persone che sono state molto soddisfatte della serata manifestando questo con ripetuti e convinti applausi.

 

 

Apple StorePlay StoreWindows Store