Questo sito utilizza i cookie che consentono di fornire una migliore esperienza di navigazione, attraverso la raccolta delle informazioni sull'uso del sito da parte dei visitatori. Cliccando sul pulsante ACCETTO o su qualunque elemento della pagina, acconsenti al loro impiego in conformità a BANCA ADRIA Credito Cooperativo del Delta società cooperativa - Cookie Policy ACCETTO

INIZIATA LA SAGRA DI SAN LORENZO A CAVAZZANA

Con il taglio del nastro e la benedizione del Parroco è iniziata a Cavazzana di Lusia la 47° edizione della Sagra di San Lorenzo. Presenti il Sindaco Luca Prando, il Parroco Don Fabio Bolognesi, il Presidente di Bancadria Giovanni Vianello con il Consigliere Simone Meneghini, nella sua veste di capo dell’organizzazione della Sagra, oltre al Vice Presidente Fondazione Cassa di Risparmio Fabio Ortolan ed i referenti del Comitato Festeggiamenti di Cavazzana.. Non c’è stato neanche un tempo di attesa che la gente numerosa si portava all’interno dello stand gastronomico punto forte della Sagra: tanti avventori che in un baleno ogni posto era occupato! Un bel segnale dell’alto gradimento riservato: uno stand gastronomico con 500 posti a sedere!

Sono 18 gli sponsor (tra di essi Bancadria) che sostengono l’iniziativa dell’ edizione n. 47 che si protrarrà fino all’ 11 agosto e che vedrà vari spettacoli musicali con preferenza al ballo liscio. Da ultimo a conclusione lo spettacolo dei fuochi d’artificio della premiata ditta Maltarello

La fiera è organizzata in collaborazione con il Circolo Noi e la locale sezione dell’ Avis.

LUSIA: AL VIA LA FIERA DELLA MADONNA DEL CARMINE

Si è aperta con la benedizione del Parroco don Fabio Bolognesi l’edizione 2018 della rinomata Fiera del Carmine che per tutta la settimana (e la successiva fino al 22 luglio) terrà vivace ed animato il centro polesano. Allestiti stand gastronomico, palco, pista da ballo, tante giostre ed in attesa dell’arrivo degli ambulanti, con le loro proposte, tutto è pronto grazie all’intervento di sostegno di trenta sponsor unitamente a Bancadria, la Banca di Lusia.

La Fiera, con il patrocinio del Comune, è organizzata dal Comitato Eventi locali, Centro Ricreativo Noi, Avis, Pro Loco, Orti in festa, Consorzio Insalata di Lusia IGP e Polisportiva.

Organizzazione lasciata da anni al Comitato Fiera, presente con il responsabile Leopoldo Zuolo, che ogni anno assieme a tanti volenterosi contribuiscono ad allestire una Fiera sempre più e gradita e rinomata.

Presenti il Sindaco Luca Prando, il Vice Sindaco ed Assessore alla Cultura Michele Bassani (per l’occasione cassiere dello stand gastronomico – nella foto), gli Assessori Lorella Battistella e Renè Birolo. Per la Banca, maggior sponsor sempre vicina alle occasioni di socialità, il Consigliere Simone Meneghini (in rappresentanza del Presidente Giovanni Vianello, impossibilitato a partecipare), il Direttore Generale Antonio Biasioli con il Responsabile della locale Filiale, Marco Mazzetto. Foto di rito per l’inaugurazione e poi tutti allo stand gastronomico a festeggiare.

TREVISAN: “SIAMO ORGOGLIOSI DI AVER CONTRIBUITO A QUEST’OPERA”

Si è espresso così il Vice Presidente Emilio Trevisan nel portare il saluto del CdA della Banca alla presentazione dell’ultima fatica letteraria dello storico adriese Aldo Rondina dal titolo: “La gloriosa Compagnia del Santissimo, una luce cristiana attraverso i secoli” editata da Apogeo Editore (collana Radici).

Presenti alla serata, svoltasi al Teatro Contardo Ferrini, il Professor Livio Crepaldi che ha condotto l’incontro, il Professor Antonio Giolo Presidente della Fondazione Bocchi ed il Parroco della Cattedrale Mons. Antonio Donà.

Il Professor Giolo ha presentato il testo affermando che “la gloriosa Compagnia del Santissimo è una luce cristiana attraverso i secoli nel periodo dal secolo XV al XIX”:

L’autore ha voluto rispondere anche ad alcune domande spiegando come la sua fatica sia “una meravigliosa storia di fede intensa e di solidarietà sociale maturata nel segno dell’amore cristiano”.

E Rondina nella sua prefazione così sottolinea: “…per l’ammirazione che conservo fin dall’infanzia verso questa pia Associazione, ho sempre desiderato approfondire la conoscenza della sua storia gloriosa, scritta nei documenti sparsi qua e là tra gli Archivi”.

Sostenitore dell’opera Bancadria Credito Cooperativo del Delta.

“LA BANCA TRA PASSATO E FUTURO”

Gli allievi dell’ITA “O. MUNERATI” incontrano il settore bancario e finanziario

Presso l’ITA O. MUNERATI di S. Apollinare si è svolto in questi giorni un incontro informativo sulle banche rivolto alle classi terze (1° biennio). Relatore dell’incontro è stato il Rag. UMBERTO PEROSA, Vice Direttore Generale e Responsabile dell’Area Commerciale di Bancadria Credito Cooperativo del Delta.

Il Rag. Perosa ha spiegato ai ragazzi che una banca è un’azienda, con fini di lucro, che non solo svolge la sua attività nell’intermediazione del credito ma offre anche un numero sempre più ampio di servizi.

Il relatore ha sottolineato come oggi sia molto importante rapportarsi con le banche in modo nuovo, vale a dire la banca va considerata come un partner importante, sia come privati risparmiatori che come aziende produttrici (comprese quelle agricole) e per il successo economico e finanziario degli investimenti che l’imprenditore intende fare. L’istituto di credito, quindi, non è solo un soggetto che concede un prestito o un mutuo, ma un’azienda che si pone con le altre aziende del territorio in un “sistema di rete” per lo sviluppo culturale e socio-economico del territorio dove opera.

Agli studenti, molto interessati ed attenti, il dott. Perosa ha parlato della moneta e dei metodi di pagamento oggi usati dagli italiani richiamando lo loro attenzione sui nuovi strumenti (carte di credito, Home Banking ecc.) che sempre più stanno entrando nella nostra vita quotidiana di consumatori e/o di imprenditori.

Il Rag. Perosa, infine, ha illustrato agli allievi i vari strumenti di investimento e di risparmio, richiamando la loro attenzione su alcune forme semplici di risparmio utili per finanziare, senza molti sacrifici, piccole spese future o i costi per gli eventuali corsi universitari.

All’incontro erano presenti il prof. Ballani Diego, docente di Economia-Estimo, organizzatore dell’incontro, e la Dirigente Scolastica, Prof.ssa Sgarbi Isabella, che ha ringraziato il relatore sottolineando come questi incontri rappresentino un modo nuovo di informazione e di acquisizione di competenze per gli allievi.

BANCADRIA: BILANCIO OK ALL’UNANIMITA’. BIASIOLI LASCIA LA DIREZIONE GENERALE IL 30.09.2018. FUSIONE QUASI FATTA.

E’ stata un’Assemblea scivolata liscia liscia fino alla conclusione senza alcun intoppo ne procedurale ne’ assembleare che per due ore ha svolto appieno i cinque punti posti all’odg e votati all’unanimità dai 754 soci votanti effettivi.

Un bilancio 2017 conclusosi con un utile pari a 2.298 milioni di euro e con un patrimonio netto di 100.232 milioni di euro pari al 2,81% in più dello scorso esercizio.

Positività assoluta in termini di gestione economico-finanziaria della cooperativa di credito.

In questo contesto il Direttore Generale Ragionier Antonio Biasioli ha dato l’annuncio della sua conclusione lavorativa che avverrà al 30.09.2018 (dopo 38 anni di fedeltà alla causa Bancadria) comunicandolo a tutti i presenti e ringraziando per esteso i vertici della Banca, dal CdA al Collegio Sindacale, ai Comitati, ai Dirigenti, ai Dipendenti ed a tutti i Soci. “Sono orgoglioso dei risultati a cui è giunta Bancadria”. Prolungato e convinto applauso rivolto al Ragionier Biasioli che dal 1980 riveste il ruolo di Direttore. “Negli anni ho avuto sei visite ispettive dalla Banca d’Italia e mai nessuno ha inteso sanzionarmi”!

Solo Giovanni Vianello ha posto termine all’applauso di ringraziamento e ha detto: “Non è certo possibile fermarsi ad un applauso seppur sentito come questo. Ci ritroveremo in un momento organizzato per l’occasione”.

All’inizio dell’Assemblea il Parroco della Cattedrale Mons. Antonio Donà aveva rivolto il suo primo pensiero di riflessione ai Soci ricordando i valori cristiani di riferimento “per il Credito Cooperativo che continua ad operare per il bene del territorio”.

Presenti i Consiglieri del CdA ed i componenti il Collegio Sindacale al completo.

Vianello prendendo la parola si è rifatto pure lui ai valori che contraddistinsero “l’azione rivoluzionaria” di Guglielmo Raiffesen 200 anni fa, un grande innovatore di tutti i tempi.

“La sua idea rivoluzionaria”, ha affermato il Presidente, “sta nel considerare il credito un’attività guidata da paradigmi economici ma anche ideali, morali e sociali. Oggi Raiffesen è ancora attuale a difesa del pluralismo delle forme d’impresa, della biodiversità bancaria e di quel principio basilare dell’esperienza umana che è la ricerca di una felicità che si può raggiungere solo insieme anche attraverso un modo di essere e fare banca”.

Poi tutti gli aspetti tecnici sono stati sottolineati dal Direttore Biasioli e sono apparsi come una “festa dei numeri”: tutti positivi che premiano una gestione oculata, seria e altamente professionale. Anche il “cruscotto”, per esempio, che segnala la qualità del credito porta valori di miglioramento rispetto all’esercizio precedente come il valore dei crediti deteriorati scesi da 21,98 milioni a 19,42 milioni. Biasioli ha infine sottolineato come l’utile del periodo sia aumentato del 16,83% passando a 2.298 milioni di euro con una destinazione alla riserva legale di 1.979 milioni, ai fondi mutualistici 68.948 mila euro ed al fondo di beneficenza 250.000 mila euro. Infine il Direttore Generale ha ricordato ai presenti il coefficiente CET 1 (dimostrazione della solidità finanziaria della Banca) pari al 18% bel al di sopra della quota minima definita dagli organi di vigilanza.

Un solo intervento prima delle votazioni da parte del socio Renato Maggiolo che ha chiesto chiarimenti sulla fusione con la Bcc dei Colli Euganei ed al quale ha risposto il Presidente Vianello con queste affermazioni: “Sono e siamo convinti che sia un’operazione sinergica positiva. Due banche insieme devono portare ad una banca più forte per il territorio. La Bcc dei Colli ha numeri positivi e l’economia del suo territorio (turismo termale e agricoltura di nicchia come i vigneti) si integra con la nostra attuale. Il totale del patrimonio passerà a 140 milioni con 30 filiali e 200 dipendenti. Speriamo di convocare l’Assemblea straordinaria ed il 1 settembre 2018 di partire”.

 

 

Apple StorePlay StoreWindows Store